Senza pelle
(musica di Ray Tarantino, testo di Giulio Casale)

Come se fossi a togliere
la mia pelle fragile
le credenze le incrostazioni
di banali e mortali opinioni
Dalla riva delle emozioni
le mie uniformi son vane
come se come se
fossi nuda in un'aula d'esame

Come se ogni limite
fosse nascere ancora piú nuova
come se anche respirare
fosse un tramonto e un albeggiare
dentro i miei desideri
riconoscere i pochi veri e interi
come se
fossi luce che sa danzare

Come se fossi a togliere
la mia pelle fragile
le credenze le incrostazioni
delle tue banali e mortali opinioni
dentro ai desideri riconoscere i pochi veri e interi,
bellissimo
come luce che sa danzare, danzare
come a togliere la mia pelle fragile
come se fossi nuda in un'aula d'esame
senza pelle


 

 
ritorna alla discografia

 
 

5029